impianti di condizionamento terziario

impianti di condizionamento settore terziario

In tutta Italia la Boniforti Impianti può vantare collaborazione con negozi, alberghi, banche, ristoranti e altre realtà del settore terziario civile (BNL, Wagamama, La Piadineria, Nespresso, AW LAB).

Anche grazie alla notevole esperienza maturata in questi anni, il nostro ufficio tecnico collabora con esperti di design, architettura d’interni e arredamento per fornire impianti di condizionamento che rispettino, oltre alle necessità prestazionali, anche le specifiche richieste del cliente in termini di estetica.

Tra le soluzioni a disposizione:

  • condizionamento: sistemi canalizzati
  • ventilconvettori - fan coil unit
  • impianti ad espensione diretta: split
  • VRV-VRF: volume refrigerante variabile...

Sistemi canalizzati

Gli impianti di climatizzazione e condizionamento che utilizzano il sistema canalizzato permettono di climatizzare più ambienti con un unico impianto. Oltre a questo, consentono anche di governare le singole temperature e i flussi d’aria dei vari ambienti.

I condizionatori canalizzabili sono solitamente coperti dal controsoffitto e da contropareti - nessun elemento è a vista.

Si tratta di una tipologia di climatizzazione che presta molta attenzione all’aspetto estetico, oltre a consentire la possibilità di climatizzare più locali e di risparmiare sui consumi.

Questo genere di impianti è una valida soluzione per uffici, negozi, aree commerciali ed industriali e altri contesti del settore terziario.

Ventilconvettori

Gli impianti di climatizzazione che impiegano ventilconvettori stanno ottenendo un buon successo negli ultimi anni, specie in applicazioni un tempo destinate ai tradizionali sistemi e terminali di impianto. La sempre più forte esigenza di comfort ambientale per tutto l'anno negli alberghi di nuova generazione ha portato ad un loro impiego crescente.

È sempre maggiormente sentita da architetti, progettisti e costruttori edili la necessità di una armonica integrazione tra impianto ed edificio, tanto che si tende a evitare soluzioni impiantistiche che necessitano di un impianto doppio (come per esempio i radiatori e split-system) per assicurare il comfort in ogni stagione.

Gli attuali ventilconvettori offrono le caratteristiche ideali in termini di silenziosità, di resa ed anche di design, è una soluzione che si sposa con applicazioni del settore terziario. Per i ventilconvettori Boniforti Impianti lavora coi marchi Aermec, Mitsubishi e Daikin.

Impianti ad espensione diretta: split

Chi produce condizionatori da utilizzare in ambito terziario tende a proporre macchine in pompa di calore, una tipologia di soluzione che gli consente di offrire un’ unica macchina in grado di raffreddare e riscaldare gli ambienti.

Tipicamente l’impianto split ha due elementi: l’unità esterna, che si occupa dell’espulsione all’esterno dell’aria calda presa dall’interno, e l'unità interna per l’aspirazione dell’aria e per il suo raffrescamento (o riscaldamento).

A seconda del numero di locali da climatizzare e di unità interne necessarie, gli impianti ad espensione diretta split si dividono in mono-split e multi-split. Boniforti Impianti lavora per questi impianti coi marchi:

  • Daikin
  • Mitsubishi
  • Panasonic.

VRV e VRF:
Volume refrigerante variabile

Si tratta di un tipo di impianto ad espansione diretta, dove è presente una unità esterna fornita di compressore e batteria di scambio. Mediante linee distributive fatte con tubazioni in rame si alimentano le unità interne che comprendono, oltre al ventilatore, la batteria di scambio, la valvola di deviazione a cassetto e la valvola termostatica elettronica.

Gli impianti VRV-VRF sono dei semplici impianti frigoriferi con inversione di ciclo: in essi le unità interne lavorano in raffreddamento o in riscaldamento in base alla stagione, assicurando la possibilità di decidere la regolazione delle temperatura interna per ogni singolo ambente.

Le unità interne che possono essere impiegate sono di diversi tipi, permettono ampia flessibilità nelle scelte, specie dove è richiesta una specifica integrazione architettonica o dove sono necessarie unità particolari. Le unità interne possono essere dotate di sensori presenza o sensori che rilevano le condizioni termiche al pavimento. Boniforti questi impianti coi marchi Daikin, Mitsubishi e Panasonic.
Torna su